16.09.2019, ore 16:10

Presentazione del libro: L’ultimo appuntamento, il segreto di un amore maledetto

Bastia Umbra (PG) – Sabato 2 febbraio 2013, alle ore 21.00, presso la Libreria Musica & Libri, in via S. Costanzo 16, il circolo culturale “Primomaggio” in collaborazione con la stessa libreria presenterà l’ultimo libro del giovane bastiolo Giampaolo Bellucci “L’ULTIMO APPUNTAMENTO. Il segreto di un amore maledetto”.

Con l’autore ne parlerà  il Prof. Roberto de Romanis dell’Università  di Perugia

Sandro Lazzeri, chitarra classica eseguirà  brani del compositore brasiliano Heitor Villa-Lobos

Il presidente del circolo culturale “primomaggio” Luigino Ciotti introdurrà  e coordinerà  l’incontro

Giordano Frattini è un uomo felice: lavora in un bar di Perugia e ha una relazione serena con la bellissima Ines. Sembra essersi lasciato alle spalle un passato difficile attraversato dalla violenza.

Fino a quando un evento imprevedibile gli cambia la vita.
Giordano è stato arrestato: l’accusa è omicidio di primo grado. Rayna de Belli, misteriosamente capitata nella sua vita, è stata uccisa. Giordano e Ines hanno occultato il corpo fino a quando il cadavere è riaffiorato urlando la veritÃà.
Come hanno potuto compiere un gesto tanto atroce? Chi era Rayna? Cosa è successo? Sembra un cortocircuito quello che ha portato Giordano in carcere per quindici anni, un controsenso che non riesce a spiegare, neppure di fronte agli occhi pazienti del suo psicologo. Durante le sedute di analisi, però, un puzzle di ossessioni, violenza, desideri e amore, inizia a comporsi fino all’ultimo tassello mancante.
Con una scrittura scorrevole, che procede per immagini, Giampaolo Bellucci costruisce un thriller psicologico che intreccia sogni e incubi, trascinando il lettore, pagina dopo pagina, in un labirinto di inquietudini.

Giampaolo Bellucci di Bastia Umbra ha già  pubblicato Il treno dei pensieri nel 2009, Il buio e la luce nel 2011, Un grappolo di rose appese al sole nel 2011 sempre presentati in città  dal circolo culturale “primomaggio”.

fonte: www.circoloprimomaggio.org